Compresse
Le compresse sono forme farmaceutiche unidose preparate comprimendo con apposite macchine (comprimitrici) volumi uguali di sostanze solide allo stato di polveri o granuli. Possono essere classificate in base alla loro destinazione:
compresse semplici o rivestite (confetti): da deglutire come tali;
compresse orosolubili: non devono essere deglutite come tali, ma sciolte in bocca;
compresse masticabili: devono essere masticate prima della deglutizione;
compresse sublinguali: vengono assorbite dalla mucosa linguale;
compresse solubili: devono essere sciolte in acqua, spesso sono effervescenti per favorire la dissoluzione o migliorare il sapore.

LE NOSTRE PRODUZIONI: Semplici o rivestite (confetti), Orosolubili, Masticabili, Sublinguali, Solubili
FORME: Tonde, Ovali, Frazionabili
PACKAGING: Blister, Pilloliera
Per trasformare le polveri o i granuli in compresse occorre addizionare adatti eccipienti che ne favoriscono la compressione, l’ottenimento di un volume adeguato, la disaggregabilità secondo F.U., la compattezza, ecc. Gli eccipienti utilizzati per la preparazione delle nostre compresse, possiedono i massimi requisiti di qualità e, liberi da allergeni e da glutine, sono classificabili come segue:
  diluenti: aumentano la massa della compressa permettendo il raggiungimento di un volume adeguato per poterla lavorare;
  adsorbenti: sono utilizzati per aggregare i granuli;
  lubrificanti: migliorano la lavorabilità delle polveri, evitando che si attacchino ai macchinari e riducendo la frizione tra le particelle e lo stampo;
  glidanti: questi agenti si interpongono fra le particelle della polvere o del granulato al quale sono addizionate, in modo da riempire le cavità irregolari presenti sulla loro superficie;
  antiadesivi: riducono l’adesione tra compresse e stampo (o punzone), permettendone una facile estrazione. Si impiegano talco, olio di vaselina, acido stearico, stearati di Ca, Mg, ecc.
  disaggreganti: diminuiscono il tempo di disaggregazione delle compresse. Si impiegano derivati dell’amido, alginati, silice, miscele effervescenti, sali molto solubili. Per esempio, l’amido a contatto con l’acqua si rigonfia e disaggrega le compressa; la silice aumenta la capillarità permettendo all’acqua di penetrare più facilmente nella compressa.